{[adsense:type=leaderboard]}

Accatastamenti

Contatta i geometri della tua città per ottenere le migliori offerte sui servizi di progettazione, consulenza e svolgimento di pratiche edilizie e catastali.

Inserisci i tuoi dati e indica il servizio di cui hai bisogno per ottenere in breve tempo più preventivi di spesa.


Descrizione Accatastamenti

Gli accatastamenti degli immobili sono una pratica obbligatoria che deve essere effettuata entro la fine dell’anno, 31 dicembre, in cui è stato presentato il documento indicante la fine dei lavori di realizzazione dell’immobile stesso.

Tale pratica è obbligatoria in quanto consente di stabilire l’importo dell’ICI o dell’IRPEF da pagare, e di ottenere il certificato di agilità dell’immobile in questione. Certificato che viene rilasciato in occasione di: nuova costruzione di immobile, ristrutturazioni, ampliamenti, costruzione di nuovi piani, restauri, cambiamenti di destinazione d’uso, frazionamenti catastali derivanti da eredità o da vendite parziali di particelle della proprietà per destinazioni ad uso commerciale, agricolo, industriale, residenziale ecc.
Per poter effettuare le pratiche di accatastamento bisogna rivolgersi a dei professionisti abilitati, come per esempio gli studi di geometri, ma anche di ingegneri o periti agrari regolarmente iscritti al proprio ordine collegiale. Per evitare di perdere troppo tempo alla ricerca degli studi più vicini a te abilitati in accatastamenti, clicca sulla tua regione nel portale Imprendo.org e in pochi secondi avrai tutte le informazioni di cui necessiti.

Gli accatastamenti sono fondamentali anche per poter stabilire il valore fiscale dell’immobile in questione e di conseguenza per creare reddito, vale a dire per poter conoscere il valore dell’immobile in caso di vendita anche di un’unica parte dell’immobile o per poter stabilire il valore d’affitto.
Per effettuare gli accatastamenti si procede con la redazione delle planimetrie, e la compilazione elettronica del documento DOCFA, per la quale è indispensabile l’approvazione del tipo mappale necessario all’aggiornamento della mappa catastale.

Una volta approvato il procedimento, si ottengono: gli identificativi catastali, con cui viene denominato ed identificato l’immobile, e la definizione della rendita immobiliare. Una volta stabilita tale rendita, l’amministrazione finanziaria ha circa un anno di tempo per accertare l’ammontare di tale rendita e confermarla oppure per fare richiesta di variazioni.

Trova il professionista per Accatastamenti nella tua zona